News

Le ultime notizie sul Binge Eating Disorders (BED)

ALL YOU (DON’T) NEED IS SUGAR

L’80% del cibo preconfezionatI contiene zucchero quindi è difficile evitare il consumo di questa sostanza.

Oltre che nei classici prodotti dolciari, viene aggiunto anche in altri cibi così da renderli più gustosi. Si parla infatti di “bliss point” (punto di beatitudine), ovvero il grado di dolcezza ottimale che le industrie alimentari ricercano per rendere un prodotto dolce così da creare una certa assuefazione ed indurre il consumatore a ricomprarlo.

Infatti quando si consumano carboidrati si attivano i centri del piacere nel cervello, viene rilasciata la dopamina, un neurotrasmettitore grazie al quale ci si sente soddisfatti e appagati. In questo modo si continua ad assumerli anche inconsapevolmente.

L’80% dei cibi preconfezionati contiene zuccheri aggiunti quindi il pericolo di entrare in questo circolo vizioso è reale.

Per tanto è importante saper riconoscere quei cibi che contengono tanto zucchero “nascosto”.

Tra questi si ricordano:

  • Cibi dietetici

Sono sì poveri di grassi ma spesso il grasso è sostituito da zuccheri.

Attenzione a non farsi attrarre dalle loro confezioni accattivanti e con un aspetto salutare.

  • Frutta essiccata e smoothie

Se la frutta fresca contiene il fruttosio naturale, quella essiccata invece contiene lo zucchero concentrato. Anche gli smoothie, che oggi sono uno dei simboli di uno stile di vita sano, sono ricchi di fruttosio e presentano fibre polverizzate così che non possono agire da barriera e rallentare l’assorbimento degli zuccheri.

  • Verdure in scatola

Come piselli, pomodori e molti altri prodotti.

Sono ricchi di zuccheri aggiunti non solo per aumentarne il sapore ma anche per allungare la shelf life del prodotto.


  • Cereali da colazione

Contendono più carboidrati di una fetta di torta.

Salse, sughi pronti e condimenti

Quanti di questi alimenti fanno parte della vostra quotidianità?