Tutti i campi sono obbligatori. Privacy Policy - Cookie Policy

Chiudi il pannello.

News

Le ultime notizie sul Binge Eating Disorders (BED)

Uovo di Pasqua

15 aprile 2022 in LFR Quotes

L’uovo di cioccolato è uno dei tanti dolci caratteristici delle festività pasquali. Sfizioso per grandi e piccoli, occorre però non esagerare. Anche se “un pezzetto tira l’altro”, è bene consumarlo poco alla volta altrimenti per smaltire tutte le calorie assunte, ci vorrebbe un vero “tour de force” sportivo.

Un uovo medio di 230 grammi equivale a circa 1.260 kcal con una percentuale di grassi intorno al 50% e di carboidrati di circa il 40%. Il fabbisogno calorico medio di una donna con vita attiva e peso nella norma è di circa 1.400-1.500 kcal al giorno, quello di un uomo 1.800-2.000 kcal. Mangiare un uovo intero significherebbe soddisfare il 70-80% dei fabbisogni di una persona, con un apporto nutrizionale totalmente squilibrato e ripercussioni sull’apparato digerente.

Per questo ideale sarebbe consumarne 20-30g, tenendo presente che occorre avere una vita attiva che permette di “smuovere” le calorie.

Ma che “gusto” preferire?

Il mercato offre numerose varianti alle versione classiche, ad esempio con frutta secca come nocciole, mandorle, pistacchi, con riso soffiato, al cappuccino o ricoperto di granella o di confetti tipo smarties.. Meglio scegliere il fondente, possibilmente con un’alta percentuale di cacao. In piccole quantità aiuta a mantenere in buona salute le arterie con un effetto benefico sulle loro pareti interne. È infatti ricco di flavonoidi che agiscono come antiossidanti combattendo lo stress ossidativo.

La parola d’ordine deve essere “parsimonia”: un pezzetto di cioccolato non influirà in modo così eccessivo sulla bilancia, tutto dipende dal proprio stile di vita.